Oro del Sol Olio Biologico Lattina da 5 l

Oro del Sol Olio Biologico Lattina da 5 l

Pi2bio

Nessuna recensione inserita

37,11 €

74,21 €

-50%

Questo prodotto non è più disponibile

trasporto gratuito

Descrizione prodotto

Olio di oliva di categoria superiore . Le varietà selezionate di olive da cui si estrae l’olio extravergine “Oro del Sol” provengono da agricoltura biologica e sono coltivate nell’agro murgiano della Terra delle Gravine . L’estrazione a freddo e la costante attenzione per la qualità ci consente di ottenere… leggi tutto
Hai acquistato e provato questo prodotto?
Inserisci la tua recensione

Olio di oliva di categoria superiore.
Le varietà selezionate di olive da cui si estrae l’olio extravergine “Oro del Sol” provengono da agricoltura biologica e sono coltivate nell’agro murgiano della Terra delle Gravine.
L’estrazione a freddo e la costante attenzione per la qualità ci consente di ottenere questo eccellente olio extravergine d’oliva che racchiude in sé i profumi di una terra baciata dal sole.
Cultivar: Cima di Melfi,Coratina e Carolea.
Zona di coltivazione e produzione: Terra delle Gravine, tra Laterza e Ginosa (Ta).
Terreno e altitudine: calcareo ricco in scheletro, da 90 a 350 metri s.l.m.
Tecnica di conduzione: biologica con inerbimento controllato a filari alterni.
Raccolta: manuale con l’ausilio di agevolatori meccanici quando le olive sono all’invaiatura.
Estrazione: ciclo continuo a freddo. Olio non filtrato.
Acidità: 0,42 % in acido oleico.
Colore: dorato con tenui riflessi verdognoli.
Profumo: intenso e persistente.
Sapore: delicatamente fruttato, leggermente amaro e piccante.
Gli oliveti sono ai margini della Gravina beneficiando delle sue componenti pedoclimatiche e della straordinaria Biodiversità che la caratterizza. Si estendono su un’area collinare, con un’altitudine compresa tra i 90-350 metri s.l.m., caratterizzata da terre rosse poggianti su rocce calcaree risalenti al Cretaceo. La morfologia del territorio fa si che ci sia una zona incontaminata, per cui molte specie animali e vegetali vi hanno trovato rifugio. Dall’oliveto è facile scorgere numerose specie animali selvatiche quali ghebbi, falchi pellegrini, grillai, cinghiali, faine e volpi nonché numerose specie vegetali selvatiche tipiche della flora mediterranea : leccio, fragno, quercia, olivastro, fillirea.
Tutte le coltivazioni aziendali sono condotte secondo i metodi dell’Agricoltura Biologica, ai sensi del Reg. CE 834/07, con produzioni di olive limitate e curate in campo nei minimi dettagli tali da fornire olio extravergine di oliva di alta qualità. Nel processo di coltivazione e produzione vengono usate solo molecole di origine naturale, con la perentoria esclusione di quelle chimiche di sintesi.
L'operato dell'azienda è costantemente rivolto alla ricerca di modalità operative che rispettino l’agroecosistema, al fine di preservarne l’equilibrio. Con corrette pratiche agronomiche si ottengono buone produzioni riducendo al minimo l’impatto delle coltivazioni sull’ecosistema, nel rispetto dell’ambiente. L’obiettivo è perseguito con il continuo ripristino e mantenimento del paesaggio e della biodiversità, rispettando le aree non coltivate, le siepi di piante tipiche mediterranee, gli inerbimenti spontanei, le alberature autoctone, i boschetti, i muretti a secco, dove numerosi organismi utili possono trovare riparo e cibo nei momenti più critici del loro ciclo biologico.
Le coltivazioni dell’azienda sono situate nell’area delle Gravine, nella parte sud-orientale dell’altopiano delle Murge, tra i comuni di Laterza e Ginosa, a pochi Km dal mar Ionio.
Gli oliveti sono condotti in "bio" con tecniche agronomiche ecocompatibili come l'inerbimento controllato a filari alterni, la concimazione del terreno effettuata solo con letame e cenere, proprio come si faceva un tempo. Le varietà di olive coltivate nell’agro murgiano della Terra delle Gravine sono principalmente autoctone: Pizzuta, Ogliarola, Frantoio, Coratina, Cima di Melfi, Carolea, Picholine. La raccolta, che inizia i primi giorni del mese di Novembre e termina a metà Gennaio, viene fatta manualmente con l’ausilio di agevolatori meccanici quando le olive sono all’invaiatura, ossia al giusto stadio di maturazione per ottenere un olio fragrante, fruttato e ricco di nutrimenti. Le olive subito dopo la raccolta, vengono trasportate in cassette o bins forati al frantoio oleario di Felice Bitetti a Ginosa (Ta) con cui vige un accordo di conto lavorazione per le seguenti fasi di preparazione del prodotto finale: molitura delle olive "bio", confezionamento e stoccaggio delle confezioni.
Il processo di lavorazione al frantoio è il seguente:
- Le olive poste su un nastro trasportatore passano per un aspiratore per la defogliazione. Successivamente vengono lavate con acqua corrente per eliminare ogni traccia di pulviscolo;
- Dopo queste prime due fasi di pulizia delle olive si passa alla molitura o frantumazione del frutto con delle grosse macine in pietra di granito per circa 15 minuti.
- La pasta di olive ottenuta viene convogliata in delle grosse vasche, chiamate gramole, in cui ruotano delle pale elicoidali che rimescolano per il tempo necessario la pasta.
- Ultima fase di lavorazione è la separazione dell’ olio dalla sansa e dalle acque di vegetazione.
Tutte le fasi di lavorazione avvengono controllando e mantenendo costantemente la temperatura della pasta e dell'olio al di sotto dei 26°. Per questo si può definire Olio extra vergine di oliva estratto a freddo. L’olio ottenuto viene stoccato in luogo fresco e asciutto in serbatoi di acciaio inox. Viene lasciato decantare naturalmente per preservarne proprietà organolettiche e nutritive e viene confezionato in bottiglie da 50 cl e lattine da 5 litri.

Informazioni Generali

Ingredienti
Olio extra vergine di oliva
Allergeni Presente La presenza per contaminazione crociata non può essere esclusa
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati no no
Crostacei e prodotti a base di crostacei no no
Uova e prodotti a base di uova no no
Pesce e prodotti a base di pesce no no
Arachidi e prodotti a base di arachidi no no
Soia e prodotti a base di soia no no
Latte e prodotti a base di latte (incluso lattosio) no no
Frutta a guscio e prodotti derivati no no
Sedano e prodotti a base di sedano no no
Senape e prodotti a base di senape no no
Semi di sesamo e prodotti a base di semi di sesamo no no
Anidride solforosa e solfiti in concentrazioni superiori a 10 mg/kg o 10 mg/l in termini di SO2 no no
Lupini e prodotti a base di lupini no no
Molluschi e prodotti a base di molluschi no no

Caratteristiche prodotto

Prodotto in
  • Italia
Misura
  • Contenuto 5 l
Colore
  • Dorato con tenui riflessi verdognoli
Profumo
  • Intenso e persistente
Sapore
  • Delicatamente fruttato, leggermente amaro e piccante
Condizioni di conservazione
  • Conservare il contenuto in luogo asciutto lontano da fonti di luce e dal calore
Prodotti tipici
  • Prodotti tipici pugliesi
Alimenti senza glutine
  • Si
Prodotti senza lattosio
  • Si
Prodotti biologici
  • Si, con certificazione

Pi2bio

Il rispetto della tradizione e dell’ambiente sono i principi cui l’azienda agricola biologica Pi2BiO si ispira nella coltivazione e produzione del vino e dell’olio.
Tutte le coltivazioni aziendali sono condotte secondo i metodi dell’Agricoltura Biologica, ai sensi del Reg. CE 834/07, con produzioni di olive e uve da vino limitate e curate in campo nei minimi dettagli tali da fornire olio extravergine di oliva e vino di alta qualità, dal gusto e aromi singolari.
I prodotti sono commercializzati esclusivamente online seguendo la logica della filiera corta. (Prodotti a km 0)
Nel processo di coltivazione e produzione usiamo solo molecole di origine naturale, con la perentoria esclusione di quelle chimiche di sintesi. Il nostro operato è costantemente rivolto alla ricerca di modalità operative che rispettino l’agroecosistema, al fine di preservarne l’equilibrio. Con corrette pratiche agronomiche si ottengono buone produzioni riducendo al minimo l’impatto delle coltivazioni sull’ecosistema, nel rispetto dell’ambiente. L’obiettivo è perseguito con il continuo ripristino e mantenimento del paesaggio e della biodiversità, rispettando le aree non coltivate, le siepi di piante tipiche mediterranee, gli inerbimenti spontanei, le alberature autoctone, i boschetti, i muretti a secco, dove numerosi organismi utili possono trovare riparo e cibo nei momenti più critici del loro ciclo biologico.
I nostri prodotti sono condotti in “Bio” e certificati da Organismi di Controllo accreditati, conformemente al Reg. CE 834/07.
Le produzioni sono limitate e messe in commercio solo nelle annate in cui è raggiunta la qualità ricercata. Nel 2014 hanno garantito elevati livelli qualitativi consentendoci di imbottigliare i nostri primi prodotti: vino “Gnostro del Sol” e olio “Oro del Sol”.
Il titolare e responsabile tecnico è il dott. Pietro Pierri, laureato in Scienze e Tecnologie Agrarie presso l’Università degli Studi di Bari, specializzato in Scienze Viticole ed Enologiche presso il Consorzio Interateneo delle Università di Torino, Milano, Foggia, Palermo e Sassari. Svolge l’attività di Agronomo ed Enologo utilizzando tecniche innovative che la ricerca offre nel rispetto della tradizione, preferendo sempre quelle a basso impatto ambientale.
Le coltivazioni dell’azienda sono situate nell’area delle Gravine, nella parte sudorientale dell’altopiano delle Murge, tra i comuni di Laterza e Ginosa, a pochi Km dal mar Ionio. La Gravina di Laterza è uno tra i più grandi canyons d’ Europa. È l’espressione più imponente di un particolare territorio noto come Gravine dell’ Arco Jonico, che si estende da Ginosa a Grottaglie. Decine sono le gravine disposte a ventaglio intorno al golfo di Taranto, ciascuna diversa per dimensione e morfologia.
Intorno e dentro di esse si è sviluppata in millenni di storia una civiltà rupestre che ha lasciato tracce evidenti nella cultura, nella storia, nell’ arte e, soprattutto, in una concezione della vita a stretto contatto con la natura. La Gravina di Laterza ha un originale decorso meandriforme che si sviluppa per 12 Km di lunghezza e circa 400 metri di larghezza, tra muraglioni di roccia consumati dall’ erosione e lisce pareti di calcare biancastro alte anche più di 200 metri, disseminate di innumerevoli cavità e cenge sospese nel vuoto.

Vai alla scheda del produttore

Le coltivazioni dell’azienda sono situate nell’area delle Gravine, nella parte sudorientale dell’altopiano delle Murge, tra i comuni di Laterza e Ginosa, a pochi Km dal mar Ionio. La Gravina di Laterza è uno tra i più grandi canyons d’ Europa. È l’espressione più imponente di un particolare territorio noto come Gravine dell’ Arco Jonico, che si estende da Ginosa a Grottaglie. Decine sono le gravine disposte a ventaglio intorno al golfo di Taranto, ciascuna diversa per dimensione e morfologia. Intorno e dentro di esse si è sviluppata in millenni di storia una civiltà rupestre che ha lasciato tracce evidenti nella cultura, nella storia, nell’ arte e, soprattutto, in una concezione della vita a stretto contatto con la natura. La Gravina di Laterza ha un originale decorso meandriforme che si sviluppa per 12 Km di lunghezza e circa 400 metri di larghezza, tra muraglioni di roccia consumati dall’ erosione e lisce pareti di calcare biancastro alte anche più di 200 metri, disseminate di innumerevoli cavità e cenge sospese nel vuoto.

Hai acquistato e provato questo prodotto?
Inserisci la tua recensione

Top